Cos’è il Content Marketing?

Il Content Marketing è una tipologia di marketing molto utilizzata, poiché consente di ottenere ottimi risultati, nel medio periodo. La migliore espressione per definirlo è: la creazione di contenuti e la loro condivisione, con il fine di acquisire nuovi clienti.

Attenzione: non confondiamo il vendere (in modo diretto) e l’informare.

Lo scopo principale del Content Marketing è quello di informare il cliente, per generare una comunicazione stabile che duri nel tempo. Questa tipologia di comunicazione dovrà funzionare come vendita indiretta di prodotti o servizi. Con la creazione di contenuti di vario genere come articoli, infografiche e immagini si otterrà anche un effetto benefico in termini SEO.

Italianizzando il concetto: “Il Marketing dei Contenuti”.

 

Chi fa Content Marketing nelle aziende?

Alcune volte nessuno, altre volte tutti.

Spesso chi sta a capo delle aziende, per produrre contenuti, si affida al suo istinto da copywriter, invece, quando ha del budget, delega la produzione degli stessi a dei consulenti esterni.

Non si potrà sempre avere un team dedicato al marketing, all’interno di un’azienda.

Le statistiche permettono di constatare che l’interesse per il Content Marketing sta aumentando in maniera esponenziale. Ecco il perché, le aziende, destineranno sempre più fondi a questa attività.

Queste informazioni mi portano a pensare che, in breve tempo, ci sarà una tendenza a delegare il più possibile ai freelance esperti, che potranno, con la loro esperienza (anche la mia) portare dei benefici in termini di propensione all’acquisto.

 

Freelance o personale interno?

La soluzione sta nel mezzo (per la maggior parte delle aziende).

Chi ha un team marketing, in aziende più grosse, non dovrà fare altro che continuare a formarsi, sfruttando le consulenze dei freelance, producendo contenuti sempre migliori.

Chi invece non ha un team dedicato dovrà trovare un giusto compromesso tra personale interno e freelance.

 

Quali sono i passi più significativi?

Come già chiarito nel primo paragrafo, l’obiettivo del Content Marketing è quello di creare e condividere contenuti.

Ecco l’elenco delle operazioni più significative.

  • Analizzare la business strategy
  • Trovare il target di riferimento
  • Strutturare uno schema d’azione in base al contesto
  • Scrivere contenuti di estrema qualità per il sito
  • Redigere comunicati stampa (se la tipologia di business lo consente)
  • Creare landing page per acquisire contatti e statistiche
  • Comporre infografiche e altri contenuti visivi facilmente condivisibili

Tutti questi passaggi, devono essere obbligatoriamente accompagnati da una strategia per migliorare l’identità del marchio (Brand Identity) senza andare a perdere i clienti già fidelizzati.

 

Quali sono i contenuti che funzionano di più?

Per rispondere a questa domanda ti mostro questo grafico, realizzato da MarketingProfs e dal CMI (content marketing institute) per capire quali sono i contenuti più funzionali utilizzati dalle aziende che si occupano di B2B nel 2017.

 

Content Marketing

 

Qual è il valore di un contenuto?

 Considerando che il contenuto è una moneta di scambio, il valore di un contenuto non è calcolabile.

Bisogna mettere il cliente nella condizione di scambiare il suo valore monetario con quello che l’azienda può offrire. A patto che questo valore si equivalga. Non si potrà di certo pretendere che con i contenuti di scarsa qualità e di difficile comprensione il cliente sia propenso a contattarci per acquistare il servizio o il prodotto.

Non basta creare e promuovere un contenuto per dare allo stesso del valore.

Una cosa fondamentale è quella di non uscire fuori dalle proprie competenze. Si vedono tante aziende che utilizzano contenuti più “social” per portare visualizzazioni (per esempio le ricette oppure gossip). Peccato che questo non solo nuoce al brand identity, ma genera, di conseguenza, un pubblico che non è interessato ai prodotti. Tutto il traffico generato è acqua e, come tale, scivola via.

Oltre a dover dare valore al contenuto bisogna dare valore al proprio operato, per non deludere le aspettative dei potenziali clienti.

 

Per concludere

Nel Content Marketing, la creatività è la chiave per produrre contenuti vincenti. Fai leva sull’originalità, sulle emozioni, sulla semplicità, ma, soprattutto, sulla coerenza. Questo è un percorso, per la maggior parte in salita, che porterà dei risultati fenomenali, a patto che siano costanti nel tempo.

Ti consiglio di dare uno sguardo anche al mio articolo sul Digital Marketing focalizzato sulle PMI, che contiene numerose informazioni aggiuntive per creare una strategia vincente. [Leggi qui..]

Non dimenticate di analizzare i dati statistici, poiché potranno fornire dettagli su eventuali errori oppure prodotti su cui fare leva.

Sfrutta tutta la potenza che può generare il Content Marketing e goditi i risultati!

[crediti della foto: marketingprofs.com]

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo sui social! Grazie di cuore!

Content Marketing: cos’è e come procedere per ottenere risultati ultima modifica: 2017-06-04T14:54:02+00:00 da Luis Alves

Commenti

commenti

Categorie: Marketing

1 commento

I commenti sono chiusi.