L’utilizzo del mobile supera il desktop

Sono finalmente usciti i nuovi report sull’utilizzo di Internet. Come ha rivelato ComScore, in Italia, l’accesso a Internet da mobile è stato superiore a quello desktop. Questo dato ci conferma come sia possibile fare marketing con WhatsApp. Ma andiamo ad approfondire questo argomento, cercando dei dati che dimostrino questa tesi.

Principalmente, sono molto importanti due dati:

  • 50 milioni di utenti mobile nel 2017, con una penetrazione dell’85%
  • 28 milioni di utenti social media da mobile nel 2017, con una penetrazione del 47%

Nel mese di Gennaio 2017, hootsuite.com e wearesocial.com hanno realizzato un’infografica che mostra, in cifre, la situazione attuale che si presenta nel nostro Stato.

marketing con Whatsapp

 

Quali sono i “numeri” di WhatsApp?

Nell’ultimo periodo, WhatsApp ha raggiunto 1,2 miliardi di utenti attivi in tutto il mondo, superando di gran lunga il numero degli SMS e conquistando la leadership sulla messaggistica istantanea.

Gli utenti spagnoli che utilizzano WhatsApp sono il 78%, seguiti dai tedeschi con il 65%. Gli italiani che utilizzano l’app sono il 60%. Il tasso più basso si può trovare in Cina, la cui popolazione impegnata su questo social si raggira sul 6%.

Con questi numeri, tra Spagna, Germania e Italia, grazie al loro elevato numero di utenti, si potrebbe fare un buon business, garantendo grossi risultati.

 

Che vantaggi si riscontrano nel suo utilizzo?

Attualmente, nonostante la concorrenza stia sviluppando delle app alternative molto funzionali, i numeri rimangono ben ancorati.

Questo perché ci sono dei vantaggi nell’uso di WhatsApp:

  • L’app è rapida nell’utilizzo: permette di inviare contenuti di qualsiasi genere (testuali, immagini, audio, video e documenti), condividere la posizione geografica e inviare i contatti della rubrica
  • Migliora il posizionamento del brand: grazie ad un’interazione diretta con i clienti si potrà creare della comunicazione specifica mediante l’utilizzo dei gruppi
  • Garantisce una continua relazione con i clienti: essendo un’applicazione di messaggistica istantanea, si possono ricevere riscontri immediati da parte delle persone interessate, creando un legame diretto cliente-azienda

 

Vediamo qualche valido esempio sul marketing con WhatsApp [case study]

  • Sony DADC India e i contest

Il brand aveva già attuato una politica di massimizzazione dell’interazione con gli utenti sui principali social, quali Twitter e Facebook. In base alle preferenze degli utenti, raccolte nel tempo, partivano dei contest personalizzati con dei premi in palio, per coloro che avessero indovinato i titoli dei film in base alle citazioni che Sony pubblicava.

  • Colgate e i selfie

Per una linea di dentifricio, la Colgate ha utilizzato un invito ad inviare un selfie con il proprio sorriso inserita direttamente nel packaging. Questa iniziativa considerava l’opportunità di vincere un restyling effettuato dall’attrice Sonam Kapoor e dal suo team. La campagna ha ottenuto un altissimo grado di diffusione e ha consentito di pubblicizzare la nuova linea di dentifricio, in modo automatico e divertente per gli utenti.

  • Absolute Vodka e i party esclusivi

La tecnica utilizzata è stata studiata nei minimi dettagli e ha consentito un’ottima interazione con gli utenti. Per celebrare la produzione di 4 milioni di bottiglie in edizione limitata, la Absolute ha pensato di invitare il pubblico argentino ad un party riservato ed esclusivo. L’interazione consisteva nel dover convincere il buttafuori virtuale, di nome Sven, ad ottenere l’ingresso al party. Tutto questo doveva avvenire tramite la chat di WhatsApp. Questa idea spettacolare ha permesso di ottenere più di 600 contatti, 3 giorni di chat con i partecipanti e più di 1200 contenuti visivi utilizzati dagli utenti per convincere Sven.

  • Cioccolata Klik e il gioco “Klik Says”

L’azienda Klik, che produce barrette di cioccolato, ha pubblicato, tramite i suoi social, un numero di telefono e ha richiesto ai fan di aggiungerlo ai loro gruppi WatsApp. Una volta all’interno dei gruppi, il brand invitava gli utenti a compiere alcune azioni. Principalmente, si trattava di condividere delle foto divertenti o con strane espressioni che rappresentassero il momento della fine della barretta di cioccolato. Klik è stato invitato da più di 2500 utenti nei vari gruppi di WhatsApp e oltre il 90% ha eseguito le missioni assegnate dall’azienda. Questa tipologia di interazione ha consentito a Klik di ottenere 1 milione di visualizzazioni della pagina Facebook e aumentare l’engagement del 51%.

 


Gli esempi presentati ci fanno capire che, con una strategia ben studiata, si può ottenere una grossa fidelizzazione degli utenti che seguono sui social l’azienda, facendoli divertire e pubblicizzando gratuitamente il brand

Non ci sono solo le campagne creative. Si può attuare anche una strategia di customer care, inserendo un’icona nel sito che riporti all’assistenza diretta su WhatsApp. Si tratta di un servizio molto apprezzato, in quanto immediato.

Una volta ottenute le prime richieste di contatto si dovrà procedere al salvataggio dei numeri. Nel tempo, una volta raggiunto un bacino di utenza importante, si potrà procedere all’invio di campagne personalizzate. Le più utilizzate sono: scontistiche, anteprime di nuovi prodotti e cross-sell.

 

Come posso iniziare a fare marketing con Whatsapp? 

Ecco una lista di 5 punti per capire come iniziare:

  • Crea un pubblico attivo su altri social (Facebook, Instagram, Linkedin e Twitter)
  • Comunica in maniera tempestiva con i seguaci così da migliorare la percezione di presenza
  • Condividi abitualmente il numero collegato a WhatsApp, attraverso il quale interagire con i clienti
  • Non fare spam e non promuovere servizi prima di aver stabilito solide conversazioni
  • Cerca di “nascondere” una call to action dietro un contenuto visivo (garantisce il 2% in più di CTR)

Ricordati che, nelle piccole aziende, si può iniziare a utilizzare WhatsApp, come canale di informazioni e assistenza. Ciò, infatti, consente di misurare, nel medio periodo, il grado di interazione e il grado di conversione delle campagne attuate.

 

Per concludere

Il marketing con WhatsApp è sicuramente un’attività da non sottovalutare e da inserire nella tua strategia di business. Il suo utilizzo ha un grosso potenziale e potrà portare benefici alla tua azienda. Sfrutta l’occasione del lancio di un nuovo prodotto o servizio per raccogliere contatti e generare dialogo con gli utenti. Ricordati sempre di non spammare: è importante seguire questa regola, se vuoi tenere alta la percezione del brand.

Se hai già iniziato la tua campagna di marketing con Whatsapp, fammi sapere nei commenti che risultati stai ottenendo!

[crediti della foto: hootsuite.com / wearesocial.com]

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo sui social! Grazie di cuore!

Marketing con WhatsApp: cosa devi assolutamente sapere! ultima modifica: 2017-06-10T23:12:57+00:00 da Luis Alves

Commenti

commenti

Categorie: Marketing